Parlano di noi, parliamo di noi.

gdp_faresquadra.png
IL TIRRENO: La "Pontremolese" sarà mai una infrastruttura all'altezza dei tempi?


 

banti.jpg
scarpa.jpg
Laghezza_2020.jpg
TIRRE_2019.jpg
liberta_2015_01_21.jpg
liberta_2015_01_21.jpg

liberta_2015_01_21.jpg
liberta_2015_01_21.jpg

1/1
Libertà
21 gennaio 2015


  

Gazzetta di Parma
18 gennaio 2015


  

17gen2015.jpg
17gen2015.jpg

17gen2015.jpg
17gen2015.jpg

1/1
marchini_1.jpg
marchini_1.jpg

marchini_1.jpg
marchini_1.jpg

1/1
PARMA QUI
 
17 agosto 2011
ilPIACENZA
giugno 2010

   

30142_424705496755_8110933_n.jpg
30142_424705496755_8110933_n.jpg

30142_424705496755_8110933_n.jpg
30142_424705496755_8110933_n.jpg

1/1
Il Sole 24 ore
19 maggio 2010

   

marchini21.jpg
marchini21.jpg

marchini22.jpg
marchini22.jpg

marchini21.jpg
marchini21.jpg

1/2
Gazzetta di Parma
10 agosto 2011


  

marchini4.jpg
marchini4.jpg

marchini4.jpg
marchini4.jpg

1/1
Gazzetta di Parma
17 luglio 2012


  

marchini3.jpg
marchini3.jpg

marchini3.jpg
marchini3.jpg

1/1
Gazzetta di Parma
14 ottobre 2012


  

Il Tirreno
26 ottobre 2012


  

TIRRE11.jpg
TIRRE11.jpg

TIRRE12.jpg
TIRRE12.jpg

TIRRE11.jpg
TIRRE11.jpg

1/2
marchini5.jpg
marchini5.jpg

marchini5.jpg
marchini5.jpg

1/1
Gazzetta di Parma
16 gennaio 2015


  

 

 

 

 

 

INTERVISTA SEMISERIA A DARIO VERGASSOLA attore comico teatrale

 

Lunezia scopre un estimatore inatteso attraverso questa simpatica intervista tratta dal numero di settembre 2008 del mensile Tuacittà e realizzata da Fabrizio Marcheselli. 
Vivi da sempre a La Spezia, il mare di Parma. E i parmigiani come li vedi?
Bene. Io sono per la Lunezia e non avrei dubbi a unire Parma e La Spezia. Per noi, poi, Parma rimane quel riferimento famoso dove tutti vanno a studiare perché c’è un sacco di gnocca. Che per me è come i monumenti: vengo a visitarla, la guardo e torno via. L’unica cosa che ho contro di voi è che se vado nel Parmense a cercare i funghi ci vuole il tesserino, mentre voi venite a pescare qui, tipo a Portovenere, e fate come cavolo vi pare”.
Ci separa solo la Cisa. Anni fa avevi confessato di aver abbandonato tua suocera lì?
Sì, ma lei, accoppiandosi con mufloni e cinghiali di Borgotaro, si è trovata bene per la prosecuzione della razza. è come highlander: ho provato a cremarla e sniffarla, ma non è successo niente! In realtà io ho uno strano legame con le vostre montagne, perché mio nonno da parte di mia mamma, che si chiamava Bruni e vendeva stoffe da ambulante, era di Bedonia”.
Quali sono i ricordi migliori e peggiori che ti legano a Parma?
“Ricordo con piacere i primi spettacoli di cabaret al Dadaumpa a metà anni ’90. E con dispiacere un viaggio in treno faticoso come andare a Machu Picchu!
Non so perché in tutti questi anni non abbiano fatto un bel traforone per arrivare al mare direttamente
da Parma. O almeno da Reggio”.