Lunezia, una soluzione strategica per il territorio piacentino


bacino_idrografico.png

Come affrontare le esigenze di territori marginali rispetto ai sistemi delle città metropolitane? Si è parlato anche di questo, nei giorni scorsi, durante un incontro tra i vertici dell’Associazione Industriali di Piacenza e una delegazione dell’Associazione Lunezia, secondo la quale i progetti di area vasta come quella padano-lunense possono rappresentare una soluzione strategica, non solo dal punto di vista economico, per territori ingiustamente relegati a posizioni secondarie, pur avendo tutte le carte in regola per rivestire ruoli da protagonisti in ambito nazionale e pur guardando con interesse agli scenari europei.

Il presidente e direttore dell'Associazione Industriali di Piacenza, Emilio Bolzoni e Cesare Betti, hanno incontrato la delegazione composta da Rodolfo Marchini, presidente dell’Associazione Lunezia, Flavio Franceschi, referente per Parma, e Pier Luigi Filippi, referente per Piacenza, che hanno illustrato l’idea di promuovere con maggiore incisività il progetto luneziano anche nel territorio piacentino.

Il sistema regionale italiano va rivisto, i territori marginali rispetto alle città metropolitane non devono essere abbandonati al proprio destino ed è opportuno riaggregare i territori sulla base di interessi economici che possano essere strategici in una scala nazionale ed europea: ecco le linee programmatiche sulle quali l’Associazione Lunezia punterà per portare avanti il progetto negli interessi anche della provincia piacentina.

Perché solo in questo modo nessun territorio rischia di restare indietro.

#Piacenza #AssociazioneIndustriali #Lunezia #Cittàmetropolitane #periferie